efictionefiction
efictionefiction
efictionefictionefictionefiction
eFiction
Switch Skins

Navigation


Sfoglia per


Contenuti


Recently Added
What if di itssnowinginmarch R
Prendete un Harry Potter stanco e arrabbiato - tanto arrabbiato - dopo la fine...

Labirinto dell'Anima di zero_halfblood_prince Nc17
"Un'ondata di terrore lo travolse quando si rese conto di trovarsi in un...

The kids from yesterday di _Ella Nc17
Da… un capitolo: “Ci siamo trovati sotto un cielo – certo...

the Leather Godfather - un padrino tutto in pelle di Bathilda Nc17
Post libro 4, Sirius viene assolto e Harry va a vivere da lui. Nonostante Voldemort...

Heal the world di Eevaa Nc17
«Draco... corri!» sussurrò nuovamente Narcissa.Era quella...

Paws of Fury (di Veritas03) di lilyj Nc17
"Urli, ti infuri… la tua rabbia è insignificante. Niente più del miagolare...

In punta di piedi di TazzaBlu Nc17
Harry si strugge nell'attesa di avere piccoli segnali dell'attività di...

Lista di beta disponibili di BETAREADER Pg
Elenco di beta presenti su NA, di uso collettivo e aperto a tutti gli utenti.

Solo un oggetto di SerinaNoy Nc17
Dal Capitolo 1 -È chiaro quello che desidereresti fare, vorresti "salvarlo"...

Il premio del Mangiamorte di krystarka Nc17
Nel Mondo Magico gli Omega sono un argomento tabù. Nessuno ne parla...



Story of the Moment
Andrologo di Aleksej Larkey Pg
Draco accompagna Harry dal medico....Non chiedetemi perché continuo a...


Aderiamo



Adsense


Commenti per Era destino
Se vuoi lasciare un commento, fai il accedi oppure registrati.
Di: Efolin (Firmato) - Data: 25/04/2019 17:37 - A: Capitolo 34

È passata una vita dalla tua ultima pubblicazione ma ci provo comunque...TI SUPPLICO!DEVO sapere la fine di questa storia!son 3 capitoli che piango!il pairing blaise/neville è uno dei miei preferiti e visto che non è molto utilizzato ho estremo bisogno di te,ti prego!

Di: Takiri6 (Firmato) - Data: 06/01/2018 07:41 - A: Capitolo 34

Ti prego...continuala 😢😢 ormai eravamo nel momento in cui Blaise si sarebbe reso conti del sul amore...non puoi nn continuarla😢😢😢

Di: BadAngelAmelie (Firmato) - Data: 24/02/2017 16:26 - A: Capitolo 34

É davvero triste non vedere la fine di questa storia cosí ben scritta e contorta al punto giusto.

Grazie comunque per aver fatto volare la mia fantasia e avermi permesso di sbirciare nella tua :) 

Di: Avan (Firmato) - Data: 25/10/2013 14:56 - A: Capitolo 34

Dimmi. Che. La. Storia. Non. Finisce. Così.

Risposta dell’autore:

Non. Finisce. Così. XDDD

Abbi pazienza, ci sto lavorando. Real Life Sucks. :(

Di: Deirdre Gaunt (Firmato) - Data: 19/04/2013 23:13 - A: Capitolo 1

Su consiglio di un'amica, ho iniziato a leggere le tue storie!
"Era destino", sebbene non conclusa -e io sono solitamente per le storie concluse, infatti sto finendo di leggere anche "Scuoti il mio mondo" e 'lavorando' alla recensione da lasciarti, ti avviso: come in questo caso ti sciropperai pagine di recensione!- mi ha attirata particolarmente. Il titolo e la presentazione della trama mi hanno intrigata e così eccomi qua a lasciarti il mio disinteressato parere (a titolo informativo ti avviso che sono giunta al capitolo 23, con calma leggerò tutto!).
L'idea di base è qualcosa di già visto in generale (una maledizione che costringe il personaggio 'burbero' ad 'addolcirsi' è un classico della letteratura romantica), ma il modo in cui l'hai -e lo stai- trattando è molto fresco. Onore al merito, poiché non è una cosa semplice da fare. Io stessa lotto contro i cliché con le unghie e i denti.
Il tuo Blaise è molto simile a come lo immagino anche io: freddo all'esterno con una tenera panatura possessiva all'interno. Tipo grande felino, ecco. Territoriale, passionale, che sa ciò che vuole e se non lo sa ancora bisogna fargli sbattere il naso contro la realtà dei fatti. (Piccola parentesi: a un certo punto parli di 'pluffa impazzita' riferito allo sconvolgimento che Blaise ha portato nella vita di Neville. So che apprezzi le puntualizzazioni quindi mi permetto di farti notare che le pluffe non impazziscono, quelli sono i bolidi...).
Trovo notevole e originale il fatto che in questa storia Blaise non sia il classico play boy che fotte tutto ciò che gli capita a tiro o comunque non è uno a cui basta schioccare le dita per avere chiunque voglia. Per quanto sia un elemento che porta velocemente al sesso (e quindi si abbia un forte impatto da parte del pubblico ;) ) è bello che vi siano storie come questa tua "Era destino"! Rare (e pensa che la tua è ancora più rara!, sai perché? E' davvero molto curata e ben scritta!) e sempre molto apprezzabili.
Il tuo Neville, adorabile con le fossette!, è sì l'imbranato Gryffindor che del mondo dei sentimenti è inesperto, ma è anche il ragazzo coraggioso che si rimbocca le maniche e si preoccupa di sciogliere le situazioni difficili con una risoluzione caratteriale e morale unica. Encomiabile, davvero.
Le scene prettamente fisico-sensuali mi sono piaciute. Ben scritte, chiare, coinvolgenti. Trovo molto interessante la gradualità con cui gli hai fatti avvicinare. Diciamocelo, con la scusa della passione e dell'irruenza di Blaise avresti potuto farli finire a letto (nella doccia, nelle aule, in biblioteca, contro un muro...) molto presto. Invece, con classe ed eleganza, stanno compiendo un percorso graduale.
Altrettanto interessanti sono i ragionamenti di entrambi. Ho notato che in molte storie ci si fissa molto sull'introspezione (cosa che mi piace, sia chiaro...), ma in molti casi questo 'rimuginamento' continuo tende ad essere pesante e a lungo andare fa perdere ogni passione verso la storia. Al contrario, pur costituendo gran parte della storia, le tue introspezioni non annoiano, ma anzi vanno ad arricchire i personaggi regalandoci sempre nuove sfumature del suo carattere. Piccole pennellate che si integrano perfettamente nella storia. Li trovo incredibilmente vividi!
Desidero 'concludere' (si fa per dire visto che ti sto scrivendo un papiro, se ti annoi leggilo in più round o con accanto della cioccolata calda, è sempre un toccasana :P) con un punto dolente e qualche riflessione.
Brevi annotazioni di carattere più generale diciamo. Comprendo il malessere che esprimi quando alla conclusione di ogni capitolo inciti al commento, e posso anche arrivare a comprendere la tua scelta di 'far attendere' un intero anno per aggiornare la storia. Si percepisce quanto la scrittura per te non sia più solamente un hobby, ma un vero impegno (sempre dilettevole, certo, ma molto serio). Bada: non è una critica quella che desidero farti, ma mostrarti come, da semplice lettrice e anche da scribacchina, vedo questa cosa.
Tu stessa, alla fine dei capitoli, di tanto in tanto poni i link (o comunque le notizie) di persone che ti hanno omaggiata DISEGNANDO i tuoi personaggi e le tue situazioni. Ti invito a riflettere.
Quanti autori di qualità possono dire lo stesso?
E' frustrante notare quante persone mettono i tuoi scritti tra i preferiti o quante visite hai per capitolo, ma poi non lasciano un segno del proprio passaggio. Sono d'accordo con te su questo. Ma pensa invece che le tue storie lunghe hanno totalizzato commenti a TRE CIFRE!
Quanti autori di qualità possono dire lo stesso?
E ti pare 'giusto' (visto che è cosa buona e giusta commentare una storia...) far attendere un anno chi invece ti segue e ti omaggia in questo modo?
Vedi, sono situazioni come queste che poi 'costringono' chi legge a non seguire storie non concluse. E quindi a non commentare.
Un bel circolo vizioso, vero?
Ovvio, logico e scontato che tu con le tue storie puoi farci quello che vuoi (come ogni autore!), quindi se vuoi tenere la storia ferma o incompleta puoi farlo a piacimento. La libertà di scelta prima di tutto. Però poi non ci si può sorprendere se la reazione, dall'altra parte, non è gioiosa o soddisfacente.
Io SCELGO di seguire la tua storia incompleta "Era destino" per la grande cura che metti in ogni capitolo, ovviamente ti farò avere la mia opinione/commento (mi piace commentare ciò che leggo, dà soddisfazione a me e all'autore di solito -nel bene e nel male-, sono fatta così). E' altrettanto ovvio che dall'altra parte mi aspetto la cortesia, la cura e l'aggiornamento in tempi ragionevoli (il che vuol dire in linea con la 'vita reale' dell'autore, mesi -due, tre- ma non anni di distanza). Un ulteriore problema di un atteggiamento simile è quello dell'idea che le persone si fanno di un autore, proprio della persona dietro le storie intendo. Io presumo -mi auguro- non sia così nel tuo caso, ma si tratti solo di una questione di frustrazione scrittoria, però fa molto ripicca & ricatto verso i lettori. E, concorderai con me, che non si tratta di un bell'atteggiamento.
Ti propongo un aneddoto personale. Negli ultimi...ehm, oddio, sono tredici anni che scrivo!, comunque... Negli ultimi tredici anni, a parte sporadici episodi di concorsi e pubblicazioni di recensioni su un bimestrale da cinque anni, ho sempre scritto per me. Poi, persone a me vicine che sapevano di questa mia passione, mi hanno chiesto di poter leggere qualcosa. Ti dirò, anche se scrivo principalmente per me, sono piuttosto perfezionista quindi si trattava comunque di cose scritte, riscritte, ricopiate, ampliate, sistemate, limate etc. Nel momento in cui le storie che ho scritto venivano lette da persone che amavo (in amicizia o di più) assumevano una valenza e un valore differente...nuovo. Mentre per me erano come le favole della buonanotte, cose che adoravo e curavo, ma che davano qualcosa a me sola, per altri erano il riflesso della mia anima, della mia vita (sia nel disagio che nella gioia).
Ti chiederai perché pubblico allora. Domanda legittima. Lo faccio per "Cigno" (soprannome di una persona a me molto cara). Io tendo persino a dimenticarmene, ma per lei è importante (non lo so perché, forse vorrebbe che fossi più sicura di me, forse per farmi crescere, non saprei darti una spiegazione...) e, solo per lei, lo faccio. Perché per me Lei è importante. Non chiedo recensioni (puoi controllare se lo desideri), hanno per me un interesse relativo. Certo solleticano il mio ego, come quello di chiunque altro, e mi piacerebbe che mi si commentasse con regolarità visti quanti hanno messo tra i preferiti le mie poche storie, con lo scopo di farmi crescere e darmi la loro opinione (i commenti belato o le varianti di 'aggiorna' quanto sono fastidiosi?!). Sicuramente non smetto però di pubblicare perché non mi commentano o non lo fanno quanto potrei gradire. D'altronde la storia è mia e prosegue secondo scaletta, lenta o veloce o altro, indipendentemente da chi legge. Non credo che tu modifichi la trama solo per far contente le tue commentatrici, no? Se mi sbaglio dimmelo in scioltezza, non mi offendo.
Augurandomi di aver chiarito il mio punto di vista, certamente opinabile, proseguo con la lettura gradevolissima dei tuoi scritti e ti riproporrò nuovi commenti, sempre augurandomi che ti facciano piacere e sempre altrettanto sinceri, ahimé non sono il tipo di persona che elogia se non lo pensa. Se i miei commenti invece non ti sono graditi, basta una tua parola.

A presto,
Deirdre Gaunt.



Risposta dell’autore:

Ciao! Allora, innanzi tutto mi scuso molto per averci messo un po' a risponderti, ma sfortunatamente ho ben poco tempo da spendere su questi lidi.

Ti ringrazio molto per il lungo commento: so bene che non è facile scriverne, e rendo onore al merito per aver speso tanto tempo per farlo. Inoltre, ci tengo a ringraziarti per i complimenti, sei davvero molto gentile e li ho apprezzati molto. ^_^

Per quanto riguarda invece il "punto dolente" e le conseguenti riflessioni, be', ci sarebbe molto da dire al riguardo, quindi cercherò di procedere con ordine e contenere un po' la mia tendenza ad essere prolissa, in modo tale da non scriverti una risposta più lunga del commento che mi hai lasciato. XD

In primo luogo, le incitazioni al commento.
Ebbene, che tu ci creda o no, vorrei specificare che invitare al commento è una cosa che mi pesa parecchio. Sono sempre stata del parere che chi lascia traccia del proprio passaggio dovrebbe farlo perché lo desidera e perché ha qualcosa da dire, non perché gli viene richiesto, ma col tempo ho imparato che meno si domanda, meno si riceve, e se le affermazioni sul genere: "Visto che lo hai chiesto e ti interessa sapere cosa ne pensano i lettori ti commento" sono indice del pensiero del lettore, deduco che dal loro punto di vista non chiedere equivale a non essere interessati a ricevere un feedback. Talvolta, purtroppo, è necessario ricordare a tutti che chi pubblica una storia ha piacere di avere un confronto, anche solo per sapere se ciò che ha scritto è apprezzato/apprezzabile o meno.

Per quanto riguarda Era Destino e la conseguente nota che hai trovato a fine del capitolo 21 (cosa che immagino abbia scatenato le tue considerazioni), devo invece dire che la situazione in cui si è trovata questa particolare storia è peculiare, perché dopo un iniziale consenso di pubblico (per quello che può ricevere una storia con questo particolare pairing o semplicemente una storia scritta da me: per quanto incredibile possa sembrarti, ti assicuro che il... "mio seguito", se vogliamo chiamarlo così, non è più ampio di quello di moltissime altre autrici, anzi. Tutto sta a chi mi metti a confronto... il tanto o poco spesso sono relativi) all'improvviso i commenti si sono dimezzati. Questo mi ha dato molto da pensare, soprattutto perché i lettori non avevano mostrato scontentezza di sorta, quindi non avevo modo di sapere cosa non andasse.
Naturalmente, come dici tu, non cambierei mai la trama sulla base dell'alto o del basso consenso di pubblico, ma di certo sapere che una mia storia ha un basso gradimento perché troppo prolissa nei momenti di riflessione, perché priva di azione per lunghi passaggi, perché scritta male o per qualsiasi altro motivo, può spingermi a modificare (o almeno tentare di farlo) la modalità di svolgimento della trama, il ritmo della narrazione o quant'altro: non si tratta di "far contente" le lettrici, quanto piuttosto produrre qualcosa di migliore, e il miglioramento è uno degli scopi che mi spingono a scrivere e pubblicare fanfiction.
Alla resa dei conti, se Era Destino è stata scritta con maggiore chiarezza, proprietà di linguaggio e gestione dei POV rispetto a Scuoti il mio mondo è anche e SOPRATTUTTO dovuto al fatto che mi sono stati fatti presente parecchi difetti nel mio modo di scrivere a cui ho cercato di porre rimedio.

Ci tengo a precisare che, contrariamente a quanto sembri credere, il calo di commenti NON è stato determinato dalla lunga pausa di un anno né tutti gli aggiornamenti successivi, che sono comunque stati fatti a distanze più o meno lunghe, ma ben prima, quando gli aggiornamenti erano non dico settimanali ma quasi. Non che questo cambi qualcosa.
Posso dirti che in linea generale sono d'accordo con te, non è giusto far aspettare a lungo i lettori e sono consapevole che è inevitabile che le lunghe pause tendano a generare fastidio e a indurre ad abbandonare una storia, ma, in tutta franchezza, la vita reale non sempre consente di riuscire ad aggiornare con regolarità - talvolta nemmeno a distanza di quei due o tre mesi che a tuo avviso sono un po' il limite massimo - nemmeno se lo si desidera. Da quando ho iniziato la mia... "carriera" di fanwriter ad oggi il tempo da dedicare a piacevolezze come questa o a qualsiasi altro hobby è diminuito in maniera esponenziale e spesso e volentieri sono così stanca da non essere in grado di mettere insieme due parole in croce, figurarsi avere la mente libera a sufficienza per scrivere un intero capitolo: l'unica cosa che posso fare è buttare giù qualche paragrafo di getto, sperando di avere prima o poi un po' di tempo per poterci ragionare sopra.
Francamente, per come la vedo io è meglio che un lettore abbandoni la storia in attesa di vederla finita e se la legga tutta d'un fiato poi, trovandosi comunque a leggere uno scritto decente, piuttosto che la lasci perché la qualità è improvvisamente diminuita.
Certo, forse c'è qualcuno che non è d'accordo con il mio punto di vista, o anche qualcuno che vuol pensare male e vederci dietro ripicche o quant'altro, ma, be', siamo in un paese libero, ognuno ha il diritto di pensare quel che vuole, non credi? Tutto sommato sono abbastanza vecchia da ritenere che quello che conta è fare del mio meglio e avere la coscienza a posto... lascio volentieri le congetture, le speculazioni e i pensieri negativi a chi ha il tempo di farne. ;)

Ed ora concludo dicendoti che spero apprezzerai il continuo di questa storia e le altre che deciderai di leggere, e ti assicuro che leggerò con piacere qualsiasi commento vorrai lasciarmi. 

A presto.

Di: jaspe (Firmato) - Data: 26/02/2013 20:14 - A: Capitolo 34

Profonda malinconia per la testardaggine/indecisione (lo so è contraddittorio) di Blaise e perchè qesta storia volge al termine. Nonostante sia in trepidante attesa per veder compiuto il loro destino so che mi mancheranno.

Un abbraccio

Jaspe



Risposta dell’autore:

Innanzi tutto, mi scuso per averci messo tanto per rispondere, ma è stato un periodo un filo... pesante, diciamo, e di tempo libero non ne ho avuto granché.

Riguardo alla storia, sinceramente condividerei la tua stessa sensazione di malinconia se questa storia non si fosse rivelata tanto ostica da scrivere in itinere. Mannaggia ai pesci fritti, non capisco perché i problemi si debbano manifestare sempre a metà strada e mai all'inizio: in tal caso ci si pensrebbe due volte prima di iniziare! XDDDDDDD

Ebbene sì, Blaise come sempre ci mette del suo, ma perdoniamolo, è stato un anno pesante e alla fine ci pensrà Neville a mettergli un po' disale in zucca! ;)

A presto, spero!

Di: Raist (Firmato) - Data: 21/02/2013 19:06 - A: Capitolo 34

Sai, mi sono resa conto di non averti dato un'altra fanart sulla loro prima notte nella stanza delle necessità... oddio, ho traslocato nel frattempo, dubito di riuscire a ritrovarla :S

Hai fatto un bellissimo disegno ed io già avrei un paio di idee per farne un'altro ispirato alla stessa sera; se trovo il tempo di mettermi a disegnare giuro che te lo faccio e stavolta lo consegno... Sono mortificata!!!
La tua tavola di "era destino" è troppo vuota per i miei gusti, e un paio di anni fa avevo decisamente più tempo per disegnare e aiutarti a riempirla.

Non commenterò il fatto che hai annunciato la fine della storia, come ben sai la cosa non rende felice anche se mi piacerebbe avere un bel sunto di che cosa è questa dannata maledizione e di cosa pensano Blaise e i professori in merito. Alla fine è stata una grande avventura ed ha dato del filo da torcere a molti fra i maghi più potenti di Scozia e inghilterra, non è cosa da prendere alla leggera. 

Per il resto che dirti... ottimo lavoro, e per le fossette di Neville non ti adirare... Capisco che tu possa rimanerci male, ma è l'unica caratteristica "carina" e tenera che si associa automaticamente ad una persona un po' in carne come viene descritto Neville. E' vero che prima che tu scrivessi di questa coppia era una caratteristica che si usava poco, ma rifletti sul fatto che se ORA si scrive di Neville è anche grazie a te che lo hai nobilitato ;) Credimi, è il minimo! ^^



Risposta dell’autore:

Ma noooooo! Non puoi dirmi così!!!! Mi spezza il cuore sapere che io e il fandom abbiamo dovuto rininciare a una fanart Blaville! Questa è davvero una crudelta! :°°°°°°°°(
Sappi che nel momento in cui deciderai di farne altre farai la gioia mia e di tutte coloro che seguono il pairing, e che ognuna sarà amata e apprezzata indipendentemente dal fatto che tu possa decidere di disegnare ispirandoti alle mie storie o meno. Certo, se vuoi aiutarmi a completare la tavola io non mi offendo mica! ;D

La fine della storia prima o poi doveva arrivare, era inevitabile, e arriverà anche la famosa spiegazione, anche se ammetto che mi sta dando del filo da torcere scriverla senza per questo apparire pedante... la parte peggiore è che sto lavorando come un mulo, il che aggrava la mia già risaputa difficoltà a scrivere in maniera decente. Spero di riuscire in tempi umani. Intanto mi scuso per averci messo tanto a rispondere ai commenti, ma purtroppo il tempo è sempre un po' tiranno. 

Ti abbraccio forte. A presto!

Di: Nemesia (Firmato) - Data: 21/02/2013 17:34 - A: Capitolo 34

Ciao! Seguivo questa storia su EFP, ma lì non aggiorni più. Ho sempre trovato interessante quello che scrivevi, e questa storia non è da meno.
Quindi i miei complimenti fino ad ora, ci stanno tutti.

Purtroppo, ho deciso di commentare, non tanto per la storia, quanto per le note finali, che non è la prima volta che mi trovo a leggere..
Non voglio aggredirti o polemizzare, non ce l'ho con te o chissà cosa, ma ognuno ha i propri pareri e voglio esprimere il mio.
Per quanto mi riguarda sono nel fandom da sempre e amo in particolar modo le Drarry.. Con questo pairing famosissimo, ho avuto modo di conoscere le Neville/Blaise e me ne sono innamorata! E' un pò che le seguo, quindi.
Neville, viene descritto dalla Rowling come un ragazzino paffutello, che via via con gli anni ha sempre mantenuto la caratteristica. Quando ci si trova a scrivere su di lui, descriverlo, immaginarlo e dargli un impronta particolare, le fossette sono la PRIMA cosa a cui si pensa, contando il suo status 'cicciottoso'.. Di conseguenza, questo porta ad una descrizione di questo particolare, che è normale che Blaise noti (tenendo presente il pairing!). Non so te, ma se ho davanti una persona e se mentre ride, gli si formano delle fossette sule guance, non posso fare a meno di notarle e pensare 'Che cosa carina!', in quanto non è  una caratteristica presente in tutti, ma in ogni caso naturale e normale.
Posso starci che le fossette non siano canon, ma se è per quello non lo sono neanche i capelli lunghi di Draco o l'altezza di Blaise, o il fatto che Draco si ecciti con il Serpentese! Ma questo non significa che non siano cose che si ripresentano in più storie!! La differenza tra questo e quello che vuoi tu, è la sorprendente anomalia in cui vuoi convincere il mondo di essere stata la prima ad inventare questa cosa! O.O
Ragionaci sopra, per favore.
Che ne sai se una giapponese non ha scritto una Neville/Blaise e ha usato quella caratteristica prima di te? Chi ti assicura di averne il primato? Chi ti dice che puoi pretendere crediti o permessi vari? NESSUNO. E questo devi capirlo.
Non hai inventato tu una caratteristica COMUNE come quella delle fossette, se fosse per quello, dovresti mettere i crediti per Madre Natura o Dio, fai tu. Sto insistendo su questo, perchè la 'lotta' che stai portando avanti NON è legata ad una cosa particolare. Un conto è che tu ti inventassi, per esempio, che Neville ha una voglia a forma di elicottero sul collo o che Blaise ha una cicatrice da bruciatura di sigaretta sul ginocchio sinistro, tu stai pretendendo diritti su una caratteristica normale del corpo, che tutti possono avere.
Non essere arrogante nel pensare che tutti leggano le tue storie e si dicano 'Oh, che bella cosa! Ora la copio!', il fandom è pieno di gente per bene, e non metto in dubbio che ci sia anche chi plagia, ma bisogna avere fiducia negli altri autori, perchè meritano rispetto sia come persone, sia per le loro idee e la loro fantasia, tanto quanto te.
Con questo ribadisco che non voglio polemizzare o cosa, ma solo farti presente un pensiero diverso, che se io fossi in te prenderei in considerazione.
Spero tu possa accettare questa 'critica' o comunque sia pensarci su e rivedere il tuo pensiero..

Complimenti ancora per la bella storia, che mi ha e continua ad emozionarmi! ^^
Alla prossima.
Nem.



Risposta dell’autore:

Ciao! Allora, innanzi tutto ti ringrazio molto per i complimenti, sono felice di sapere che trovi interessanti le mie storie.

Per quanto riguarda invece l'altra questione, be', hai il tuo parere ed è giusto che tu lo esprima, ma francamente ritengo di avere lo stesso identico diritto senza per questo dovermi necessariamente sentir dire che DEVO CAPIRE che sto sbagliando. Sinceramente, non è che mi sia alzata una mattina e abbia deciso di lamentarmi senza la minima cognizione di causa: ho delle motivazioni che ritengo valide, indipendentemente dal fatto che gli altri possano condividerle o meno.

Se mi permetti ti spiego perché, a prescindere da dal tuo commento, rimango della mia opinione.

Innanzi tutto devo esprimere il mio disaccordo sul fatto che le fossette siano la prima cosa a cui si pensa nel momento in cui ci si cimenta a descrivere Neville. Per me non è stato così, ho fatto una scelta ragionata utilizzando questa caratteristica perché mi piace un sacco, né lo è stato per le autrici che avevano scritto storie su di lui prima di me (per quanto anche io sia nel fandom da parecchi anni ormai, quindi parliamo di secoli fa) o per quelle che scrivono pairing in cui Neville viene messo in coppia con qualcun altro che non sia Blaise e che, guarda caso, non la usano.

Di fatto, non vedo perché ritieni che sia un'associazione così automatica: perché Neville è cicciotello? Be', fino a prova contraria, le fossette NON sono legate al grasso corporeo, sono un fattore legato alla struttura muscolare e genetico, tanto da essere ereditario. Basta guardarsi attorno per rendersi conto che le persone che le posseggono hanno diversi generi di corporatura; per quanto mi riguarda, le persone che conosco e che le hanno sono tutte magre come chiodi. Confido nel fatto che anche nel fandom ci siano persone dotate non dico di conoscenza della genetica, ma di un minimo sindacale di spirito di osservazione.

Perché Neville è un personaggio dal sorriso facile? Perdonami, ma per quanto mi riguarda non mi sembra davvero il ritratto di un bambino che ha molto di cui sorridere, a meno che non si voglia far riferimento a una visione veicolata dalle fanfiction, e qui torniamo punto e a capo.

Ovviamente, quando vedo delle fossette penso che siano un dettaglio carino (non è un caso che abbia scelto proprio quello), e penso sia chiaro che quella famosa dinamica per cui Blaise lo "nota" dopo averle viste la conosco bene, visto che è alla base dei 33 capitoli di "Scuoti il mio mondo". Non sto a contestarne l'efficacia, so bene che ce l'ha, anche se francamente stento a comprendere quale sia il nesso con i capelli lunghi di Draco: esiste una storia per cui Harry s'invaghisce di lui dopo aver visto la sua fluente chioma? Una sorta di Dracoraperonzolo che mi sono persa? Perché è di questo che stiamo parlando, ovvero di una caratteristica che diventa la base di una dinamica particolare.

Ciò che invece ci tengo a sottolineare è la "sorprendente anomalia", per usare le tue stesse parole, del fatto che le fantomatiche fossette (con annessa dinamica, tant'è che non ha caso, e mi cito testualmente, ho scritto: "non è affatto piacevole ritrovarle in storie che non sono mie, accompagnate da vari Blaise preda a delle epifanie dopo averle viste") appaiono nel fandom italiano SOLO nelle Blaville.

Ma come, se sono una particolarità così facilmente riconducibile a questo personaggio tanto da essere, come dici tu, la PRIMA cosa a cui si pensa quando ci si trova a scrivere su di lui, com'è che chi scrive Neville/Luna, Neville/Seamus, Neville/Hannah, Neville/Chiunque altro vi venga in mente non le mette?

E com'è che nel fandom inglese non appaiono (e ti assicuro che non mi limito solo a parlare delle Blaville, che è un pairing che definire snobbato è dir poco, ma anche delle storie con Neville ed altri personaggi)? D'accordo, io non ho letto TUTTO ciò che è stato scritto su di lui, ma ritengo poco probabile che siano presenti PROPRIO nelle storie che mi mancano. Non garantisco sul fandom nipponico, spagnolo, francese o altro, dato che leggo solo in italiano e in inglese, ma se la presenza di fanart sono una spia sufficiente per capirci qualcosa, immagino che Neville sia considerato da poco a nulla, indipendentemente da quale ship si stia cercando.

A prescindere dall'opinione di arrogante piena di sé che hai di me, (e che per altro non potrebbe essere più lontana dal vero, ti basterebbe chiedere a una delle mi beta o delle ragazze del fandom che hanno avuto un minimo di interazione con me per scoprire che sono l'opposto, ma lungi da me il volerti convincere, pensa pure quel che meglio credi), ti assicuro che non ritengo di aver scoperto l'acqua calda né voglio rubare il posto a Madre Natura, Dio, J.K.Rowling o chiunque altro, rivendicando questa caratteristica in toto e dichiarando di aver inventato chissà che: allo stesso tempo, però, non posso e non voglio ignorare il fatto che prima che mi cimentassi con "Scuoti il mio mondo", nel 2007, le fic Blaville che si potevano trovare in giro si potevano contare sulle dita di una mano e nove volte su dieci si basavano su una dinamica specifica dove Blaise appariva più come un Tassorosso erroneamente smistato a Serpeverde che un appartenente alla sua Casa e quindi era facilmente conquistato dalla dolcezza di Neville.

Per quanto di scarsa qualità, per quei tempi quella storia era innovativa, sia nel modo di approcciarsi ai personaggi che per la lunghezza (era la prima long Blaville del fandom) e ti assicuro che mi sono sbattuta non poco per farne qualcosa di diverso, tanto più che essendo questo pairing così poco scritto e privo di vincoli canon le possibilità erano pressoché infinite.

SONO pressoché infinite, a tutt'oggi.

Non prendiamoci in giro, per quanto apprezzata, questa coppia è stata scritta molto poco rispetto alle altre, e un'autrice che voglia comporre una fic su di loro ha davanti un mondo ricco di possibilità: non è una Drarry, di cui scrivere qualcosa di nuovo è quasi impossibile, basta volerlo, quindi perché non inventare qualcosa di personale?

E soprattutto mi domando: se non c'è nulla di nuovo da dire su di loro, se non si riesce a "vedere" un motivo per cui Blaise possa desiderare Neville senza usare un artificio inventato da qualcun altro, se non si riesce a pensare un altro modo per dar vita all'attrazione di Blaise per Neville che non siano delle fossette NON CANON e già utilizzate in altre storie perché dedicarsi a una coppia così di nicchia?

È possibile farlo, te lo assicuro: ci sono autrici bravissime che hanno scritto storie FANTASTICHE su di loro, molto meglio delle mie. Certo, capisco anche che è più comodo partire dal lavoro altrui che costruire da nuovo.

Per concludere, ci tengo a precisare che nel dire che sono stanca di vedere spuntare fossette in ogni dove e Blaise preda a delle epifanie non mi sembra davvero di mancare di rispetto a nessuno, anzi: sono io che ritengo di essere stata poco rispettata come autrice, e nonostante questo non ho puntato il dito verso nessuno, ma mi sono limitata a esprimere con libertà la mia opinione in appendice a una mia storia.

Non che questo cambi qualcosa: chi ha voglia di copiare, imitare, ispirarsi o come la vuoi mettere, continuerà a farlo, con buona pace di chi scrive cercando di tirar fuori un minimo d'originalità. Non mi farò il sangue cattivo per questo, ma allo stesso tempo non vedo per quale motivo io non debba avere la diritto di esprimere una mia opinione, se ne ho una, proprio come chiunque altro.

Di: eldy (Firmato) - Data: 20/02/2013 19:19 - A: Capitolo 34

è un gran bel capitolo, mi è piaciuto dall'inizo alla fine! Povero Nev... *lacrimuccia*

Riguardo alla nota finale, io sono d'accordo che è davvero orribile quando si trova qualcosa di proprio in storie atrui, ma le fossette? Davvero, non trovo così impossibile che anche qualcun altro lo immagini così? Anche io lo immagino con le fossette... Un terzo capezzolo sarebbe più improbabil e, probabilmente una copiatura, ma le fossette no!



Risposta dell’autore:

Sono felice che hai apprezzato! ^_^

Riguardo alle fossette, be', ti assicuro che non trovo impossibile che qualcun altro lo immagini così, ma improbabile sì.

Innanzi tutto, checché se ne dica, la prima immagine di Neville che si ha non è quella di un ragazzino ridente: siamo sinceri, ha ben poco da ridere, e a differenza di Harry (che trova la sua dimensione a Hogwarts e ha comunque un carattere meno remissivo) anche a scuola si trova a far fatica ad ambientarsi, vivendo nella continua paura di non essere all'altezza che sua nonna gli ha istillato e confrontandosi con quella goffaggine che noi possiamo trovare tenera, ma che per un ragazzino di 11 anni è sufficiente a diventare lo zimbello della classe. Ribadisco, non mi sembra davvero l'immagine di un personaggio dal sorriso facile. Tu pensaci bene, quanto la lettura di fic ha influenzato la tua immaginazione?

Poi, c'è da dire che, per quanto strano possa sembrare - e te lo dice una che segue sia il fandom italiano che quello inglese - questa caratteristica è casulmente presente solo in storie Blaville. Perché le autrici che accoppiano Neville con Draco, Harry, Seamus, Theo, Luna, Hannah, Pincopallino non le usano?

A differenza di quanto molte lettrici sembrano credere, non sono un dettaglio irrilevante: c'è tutta una dinamica dietro a quelle fossette. Indipendentemente da quanto possiamo amarlo, dobbiamo essere realiste e ammettere che Neville è un personaggio anonimo: non è bello, non ha doti che colpiscano l'attenzione, non ha un carattere che lo mette al centro dell'attenzione (e con questo non intendo solo da un punto di vista positivo, ma ironico, rissoso, sarcastico...) e un'autrice che voglia scrivere una Blaville deve necessariamente sbattersi un po' per trovare una spiegazione plausibile che avvicini una creatura spocchiosa come Blaise a Neville. Te lo dico per esperienza personale, perché io ci ho scritto 33 capitoli di storia (la mia prima long) a partire da quelle fossette.

Ora, la mia domanda è questa: se non si ha nemmeno il desiderio di sbattersi un filo per trovare un escamotage per metterli insieme, se non viene in mente un modo per far scattare la scintilla e metterli insieme che non sia stata già usata da altri, perché decidere di scrivere di una coppia così poco considerata?

Non so se mi sono fatta capire, ma lo spero.

Ad ogni modo, quella del terzo capezzolo era una battuta per dire che gradirei leggere qualcosa di originale: è una cosa così schifosa che dubito che qualcuno l'abbia mai considerata. XD

Di: GreedyReader49 (Firmato) - Data: 20/02/2013 17:43 - A: Capitolo 34

oooh ma che tristezza.... però è andata come doveva andare, ha fatto bene Neville a rompere con Blaise...ora speriamo che quel cretino (detto in modo affettuoso ;) ) faccia chiarezza dentro di sé....

Risposta dell’autore:

Non essere triste, dai! Vedrai che le cose si sistemeranno, basta avere un po' di pazienza. In fondo, così com'era il loro rapporto non poteva andare. ^_^

Grazie mille per il commento.

Un bacione e a presto!

Se vuoi lasciare un commento, fai il accedi oppure registrati.
Skin designed by Sally Anderson
Google
 

 

DISCLAIMER: © di NocturneAlley.org. Nocturne Alley è online dal 29/02/2004. Tutto il materiale che troverete su questo sito, tranne dove indicato diversamente, è opera dell’amministrazione. Le Fan Art e le Fan Fiction, così come le traduzioni, appartengono ai rispettivi autori e traduttori.

Creative Commons License
Tutti i contenuti del sito sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons. Qualsiasi utilizzo, compresa la pubblicazione, l'archivio su altri siti, la recensione su siti pubblici eccetera, va concordato con i singoli autori, traduttori o fanartist.

Il sito declina ogni responsabilità sui contenuti delle storie.
Harry Potter e tutti i personaggi della saga sono di proprietà di JK Rowling e di chiunque ne possieda i diritti. Nessuna storia pubblicata ha alcun fine di lucro, né intende infrangere alcuna legge su diritti di pubblicazione e copyright.
ATTENZIONE: tutti i personaggi di ogni storia sono MAGGIORENNI, immaginari e non hanno alcun legame con la realtà. Qualsiasi nome e riferimento a fatti o persone reali è da ritenersi ASSOLUTAMENTE casuale.
Lo script di Nocturne Alley è eFiction ed appartiene ai suoi creatori.
La traduzione di eFiction è stata realizzata dal team di Immaginifico (e modificata dall'Amministrazione di NA).
Gli avatar appartengono a PotterPuff.



Termini di Servizio | Regole